Ferrero Technical Center, la manifattura 4.0 - ISPLORA

Teaser TERRA, TRACCE, TEMPO: L’estate



Un progetto nel tempo, sul territorio, nelle Langhe. 

Seguendo le stagioni, fotografando cambiamenti e restituendo evoluzioni, raccontando luoghi e architettura, cultura e lavoro, natura e artificio.

Identificando lungo questo percorso fasi e momenti, temi ed elementi che caratterizzano il paesaggio delle Langhe, partendo dall’inverno, dall’inizio, dal cantiere, per raccontare le diverse fasi – primavera ed autunno – sino alla sua ultimazione.

Natura e uomo, morfologia e architettura, tradizione e produzione che condividono la medesima terra, nel tempo.

Muovere dal paesaggio, dal patrimonio materiale e immateriale, per inoltrarci in un racconto che fissa un continuo parallelismo tra il territorio e la sua costruzione, tra la lettura del paesaggio e quella di un’architettura che prende forma.

Intrecciando storie, mettendo a sistema le fasi e gli elementi del progetto con gli archetipi che contraddistinguono il territorio delle Langhe.

Il suolo, la composizione del terreno, fa da contrappunto al luogo, al sito, dove sorgerà una nuova manifattura, proiettata nel domani.

Se le infrastrutture naturali e quelle artificiali emergevano dall’inverno mettendo in luce geometrie e funzioni, costruendo la struttura, a partire dalla primavera il paesaggio e l’architettura si rivestono, mettendo in luce tessiture e cromie, proteggendo l’interno e aprendo ad una nuova storia, un nuovo sguardo.

La pelle prende forma, la luce entra all’interno, attraversando l’involucro dell’edificio e attraversandone le vetrate, passando tra le pareti fogliari di una vite o le chiome di un albero di nocciolo. 

Progettare nel paesaggio, con il paesaggio.


Focus On

Terra, Tracce, Tempo

Progettare nel paesaggio con il paesaggio. Un paesaggio culturale, il risultato dell’azione combinata di uomo e natura. Territori lentamente plasmati per adattarli alle esigenze della vita. Le Langhe: una terra, le sue storie e i suoi abitanti. Interazioni nel tempo, nelle stagioni, che restituiscono un profondo intreccio tra elementi e cicli naturali, geometrie della coltivazione e del lavoro, saperi e tecniche, prodotti e insediamenti. La restituzione di un legame, un modo di sentire e vedere comune. Un modo di fare, di costruire il paesaggio, toccando la terra, interpretandola. Lo slancio verso il futuro, il progetto – oggi – dello spazio del lavoro di domani. Innovazione e interconnessione, un progetto che sa ascoltare, quasi in silenzio. Come la terra in cui si colloca. Ferrero Technical Center, la manifattura 4.0, pensata da Frigerio Design Group.

Terra, Tracce, Tempo: l' inverno

Un progetto nel tempo, sul territorio, nelle Langhe. Identificando lungo questo percorso fasi e momenti, temi ed elementi che caratterizzano il paesaggio delle Langhe, partendo dall’inverno, dall’inizio, dal cantiere. Muovere dal paesaggio, dal patrimonio materiale e immateriale, per inoltrarci in un racconto che fissa un continuo parallelismo tra il territorio e la sua costruzione, tra la lettura del paesaggio e quella di un’architettura che prende forma. Il suolo, la composizione del terreno, fa da contrappunto al luogo, al sito, dove sorgerà una nuova manifattura, proiettata nel domani. Le infrastrutture naturali e quelle artificiali emergono dall’inverno mettendo in luce geometrie e funzioni: alberi e filari, insediamenti e capezzagne. La struttura dell’edificio si compone, le travi e i pilastri assumono sembianze naturali, l’impalcato di un vitigno, il territorio e la sua cultura che entrano dentro. Progettare nel paesaggio, con il paesaggio.

indietro

Crea un account

('Are you an Italian architect? Switch to this site (')

Crea account

Per ricevere crediti formativi riconosciuti dall'AIA (American Institute of Architects) clicca qui.

Crea un account

indietro