Specializzazioni in architettura: le lauree - ISPLORA
lauree magistrali architettura italia isplora magazine

Diventare architetto oggi: lauree magistrali e formazione

Professione

La redazione di isplora.com esplora per voi l’ampio ventaglio di offerte formative universitarie presenti sul territorio nazionale, ripercorrendo a tappe le città e gli atenei italiani che consentono di specializzarsi in Lauree Magistrali in Architettura riconosciute in Italia e in Europa.

Sul panorama nazionale, le offerte formative nell’ambito della disciplina architettonica sono numerose ed eterogenee. La redazione di isplora.com ha, quindi, deciso di indagare per voi i percorsi universitari offerti sul territorio italiano ed evidenziarne i principali campi di ricerca, per comprendere insieme gli indirizzi di studio avviati dal MIUR.

Nel suo periodo di formazione per la laurea magistrale, l’aspirante architetto può scegliere tra diverse specializzazioni riconosciute dal CNAPPC per l’accesso all’Esame di Stato. Questi indirizzi si inseriscono nella classe di Lauree Magistrali in Architettura e Ingegneria Edile (in Italia con la sigla LM04) e hanno valenza non solo a livello nazionale, ma consentono di conseguire un titolo valido anche negli gli altri Paesi europei

Il tema della formazione diventa il fil rouge della professione, per cui l’architetto, al termine del percorso di studi, dovrà in primo luogo sostenere l’Esame di Stato e, successivamente, mantenere il proprio status di iscrizione all’Albo Unico continuando a seguire corsi formativi certificati dal CNAPPC. Ma quali sono i corsi di laurea magistrale in Architettura presenti oggi in Italia?

Il panorama delle Lauree Magistrali in Architettura



Accanto alle facoltà di Architettura a ciclo unico (cinque anni) presenti in maniera capillare su tutto il territorio italiano (Politecnico di Bari, Università degli Studi di Bologna, Catania, Chieti, Ferrara, Firenze, Genova, Napoli, Palermo, Trieste e La Sapienza di Roma), si strutturano corsi magistrali (di due anni di specializzazione) che offrono la possibilità di indagare alcuni ambiti specifici del progetto.

In questo senso, all’indirizzo magistrale di Progettazione dell’Architettura all’Università degli Studi di Firenze, si affianca il Politecnico di Milano con Progettazione Architettonica e Storia.  Una formazione orientata, invece, verso il restauro e la valorizzazione del patrimonio e dei beni architettonici del Bel Paese è approfondita a La Sapienza di Roma come allo IUAV di Venezia, oltre che al Politecnico di Torino, atenei che propongono approcci differenti al metodo di studio, secondo tagli interpretativi più e meno conservatori. 

Gli stessi atenei spingono poi l’attenzione sull’ambiente costruito, consolidando le conoscenze sull’impatto che il progetto ha sul suo contesto. L’integrazione dell’oggetto nel suo tessuto urbano e il ridisegno delle trame della città trovano spazio in Architettura e Disegno urbano al Politecnico di  Milano, Architettura e Rigenerazione Urbana a Roma e Architettura Costruzione e Città al Politecnico di Torino.

Ancora, Torino e Milano si affermano come poli universitari di riferimento per un approccio consapevole al progetto sostenibile, parallelamente allo IUAV di Venezia che pone, invece, l’accento sul tema dell’innovazione. In questa prospettiva, la professione è leggibile attraverso declinazioni eterogenee e l’aspirante architetto può addentrarsi in un cammino formativo esclusivo e personalizzato ed avere la possibilità, quindi, di coniugare interessi e campo di studi con un percorso universitario ad hoc.

building

La community ISPLORA.com

Per rimanere in contatto con noi ed essere sempre aggiornati su progetti, materiali e design anche sui nostri canali social.

Entra nel mondo ISPLORA

indietro

Crea un account

Se non hai già un account clicca il pulsante qui sotto per creare il tuo account.

Crea account

Per ricevere crediti formativi riconosciuti dall'AIA (American Institute of Architects) clicca qui.

Crea un account

indietro