Il portale di e-learning per gli architetti
intro intro

Narrative
Learning for
Architects

Perché ISPLORA

ISPLORA, attraverso film in qualità cinematografica, propone un innovativo percorso formativo basato sul racconto delle più importanti architetture. Un’esperienza diretta del processo di ideazione e costruzione degli edifici, un viaggio dentro alle pieghe e alla complessità di alcuni dei più importanti progetti.

Un innovativo percorso di formazione

ISPLORA rappresenta una proposta di aggiornamento professionale per gli architetti in quanto offre la possibilità di ottenere crediti formativi attravero la visione di film coinvolgenti ed immersivi e la partecipazione a live stream, dove interagire con gli studi di architettura, i fornitori e i protagonisti al centro dei film.
ISPLORA è anche un magazine, un luogo dove trovare le informazioni utili alla professione, è uno sguardo su territorio, innovazione ed eventi legati all’architettura.

continua

C’è sempre un racconto da conoscere

Il metodo adoperato del Narrative Learning permette una mimesi completa con il processo realizzativo delle architetture, imparando semplicemente con una storia e confrontandosi direttamente con la pratica progettuale dei più interessanti studi di architettura.

continua

Ultimi film Tutti i film

Integrazione, interdisciplinarità, innovazione. La lezione esplora il “fare progetto”, attraverso i concetti cardine che guidano la metodologia integrata di Progetto CMR, società di architettura ed ingegneria. Scandito attraverso l’esperienza trentennale, l’approccio olistico di Progetto CMR volge da sempre lo sguardo verso un design sostenibile, nel tentativo di dare vita ad un’architettura flessibile ed efficiente, capace di interpretare i segnali del cambiamento della società contemporanea. Attraverso la voce dei tre partners – l’arch. Massimo Roj, l’ing. Marco Ferrario, l’arch. Antonella Mantica - e di diversi altri collaboratori del gruppo internazionale, la lezione prosegue tra visione e responsabilità. Ogni progetto si fonda sulla filosofia “Less Ego more Eco”, tracciando le basi di una nuova forma di progettazione che nega l’interesse del singolo per rivolgersi alla collettività. Anticipando temi di interesse globale, tra brevetti sperimentali e soluzioni tecnologiche sempre nuove, Progetto CMR guarda sin da subito verso un’innovazione consapevole e attenta al contesto: già alla fine del XX secolo, le Garibaldi Towers di Milano vengono definite le prime “Green Towers” italiane disegnate secondo criteri e parametri eco-sostenibili, edifici a zero emissioni grazie a pannelli solari e fotovoltaici, ventilazione naturale, facciate interattive e serre bioclimatiche.

Arch. Massimo Roj

Arch. Massimo Roj

Massimo Roj si laurea in Architettura e Urbanistica al Politecnico di Milano nel 1986. E’ iscritto all’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano dal 1987 al n. A 5467. Inizia la sua attività professionale nel 1982, collaborando con gli architetti Spinelli, Morisi e Helg allo sviluppo di edi ci ospedalieri negli U.S.A. (Daytona) e in Brasile (Kuritiba) e per i progetti dello Stadio di San Benedetto del Tronto e di un Business Centre a Kuala Lumpur in Malesia. In proprio sviluppa progetti di edilizia residenziali e commerciali per committenti pubblici e privati. Nel 1988 ricopre la carica di Project Architect e Project Manager per una multinazionale di Space Planning contribuendo allo sviluppo di numerosi progetti tra i quali la realizzazione del più avanzato centro di ricerca per il software di Olivetti di Bari. Nel 1994 fonda a Milano Progetto CMR, dove ricopre la carica di Amministratore Delegato. Nella società, considerata oggi una delle maggiori aziende italiane nel settore della progettazione integrata, svolge attività di consulenza a livello internazionale in Urban Planning, Architettura, Space Planning, Interior Design e Product Design. Dal 2011, Progetto CMR è tra le 100 maggiori società di architettura nel mondo.

Ing. Marco Ferrario

Ing. Marco Ferrario

Marco Ferrario si laurea in Ingegneria Civile al Politecnico di Milano nel 1988. E’ iscritto all’Albo degli Ingegneri della Provincia di Brescia dal 1994 al n. A 2497 (già iscritto dal 1990 all’Ordine degli Ingegneri di Milano). Abilitazione Antincendio n. BS02497I00285. Con il Prof. Oliviero Tronconi ed il Politecnico di Milano contribuisce alla realizzazione di procedure informatizzate per l’ottimizzazione della gestione dei cantieri. Ha partecipato e partecipa a convegni in qualità di relatore sui temi della progettazione integrata, building automation e essibilità nell’organizzazione degli spazi ad uso lavorativo. Dal 1994 è in Progetto CMR come Responsabile del Settore Ingegneria e Process Management. Dal 1998 segue lo sviluppo e il consolidamento dell’area Process Management all’interno della quale assume i ruoli di Project Manager e Direttore dei Lavori. Specializzato nella realizzazione di edi ci altamente e cienti e nell’uso di tecnologie costruttive innovative, Marco ha acquisito una notevole esperienza gestendo progetti complessi, integrando tutte le discipline coinvolte, nel pieno rispetto della sostenibilità. Le sue competenze professionali toccano tutte le fasi del processo di progettazione, dalla progettazione preliminare no alla cantierizzazione, piani cando i tempi e consolidando i preventivi di spesa o rendo una serie di progetti che integrano tecnologie innovative e sostenibili ad alte prestazioni.

Arch. Antonella Mantica

Arch. Antonella Mantica

Antonella Mantica si laurea in Architettura al Politecnico di Milano nel 1987. Iscritta all’Albo degli Architetti della Provincia di Milano dal 1991 al n. A 7091.Inizia la sua attività professionale nel 1987 collaborando con lo studio dell’arch. Angelo Mangiarotti per alcuni progetti di edilizia industriale e residenziale (Complesso eristico di Orzinuovi, Centro sportivo di Palermo, Stadio di Catania, Villa Meroni a Como, due stazioni della metropolitana di Milano). Con l’arch. Anna Mangiarotti contribuisce alla stesura di testi universitari quali “Sussidiario di tecnologia dell’architettura”, vol. III, Clup, Milano, 1987 e “Gli elementi tecnici del progetto. Trasformazione possibilità della materia in architettura”, Clup, Milano, 1988. Tra il 1989 e il 1990 si occupa dell’allestimento della mostra “Marble. Project Architect and Workplace Strategy Manager A New Italian Stone Age” a Los Angeles (U.S.A.) e sviluppa progetti di industrial design per Skipper (mobili d’u cio) e Artemide (lampade). Con lo Studio dell’arch. Alberto Ferlenga partecipa a concorsi e progetti per il recupero e la riqualificazione di aree urbane.

La lezione esplora il “fare progetto”, attraverso i concetti cardine che guidano la metodologia integrata di Progetto CMR.

Picco Architetti fonda la propria pratica su un’architettura di contesto capace di leggere e riscrivere il luogo d’appartenenza.

Trasparenza, permeabilità, flessibilità, apertura, uomo. Questi i leitmotiv di GBPA Architects.

No films available

No films available

building

La community ISPLORA.com

Per rimanere in contatto con noi ed essere sempre aggiornati su progetti, materiali e design anche sui nostri canali social.

Entra nel mondo ISPLORA

indietro

Crea un account

('Are you an Italian architect? Switch to this site (')

Crea account

Per ricevere crediti formativi riconosciuti dall'AIA (American Institute of Architects) clicca qui.

Crea un account

indietro