L’esperienza immersiva

ISPLORA rappresenta una proposta innovativa di aggiornamento e sviluppo professionale per gli architetti in quanto offre la possibilità di ottenere crediti formativi gratuiti attravero la visione di film coinvolgenti ed immersivi. I film proposti permettono di immergersi completamente nei più importanti progetti di architettura tramite video girati in qualità cinematografica.

Ad emergere saranno gli aspetti nascosti della progettazione, le difficoltà, le scelte intraprese dai progettisti, gli scambi fra i vari attori intervenuti durante la realizzazione dell’opera, i rapporti con la committenza, le richieste e gli obiettivi prefissati.
I film, della durata di circa un’ora, propongono un’esperienza diretta attraverso il processo di ideazione e costruzione degli edifici seguendo le diverse fasi del lavoro, ascoltando la voce dei protagonisti e immergendosi totalmente nel processo. Attraverso il metodo del Narrative Learning e grazie all’utilizzo di riprese emozionanti e rielaborazioni tridimensionali, il corso metterà in luce il contesto dove è situato il progetto, i diversi aspetti compositivi, le scelte funzionali e quelle tecnologiche. Un racconto che renderà così, finalmente, piacevole e stimolante la formazione e il conseguimento dei crediti formativi professionali, ottenibili con il semplice superamento del quiz di verifica a termine del video.

Il film racconta della realizzazione del nuovo parco tecnologico di Bolzano, sorto nell’area ex Alumix, un’importante testimonianza di archeologia industriale degli anni ’30. Il progetto è stato sviluppato dagli studi Chapman Taylor Milano e Claudio Lucchin e architetti associati Angelo Rinaldo Daniela Varnier di Bolzano, che hanno ideato un edificio all’avanguardia, sia per le funzioni ospitate che per le soluzioni tecnologiche e i materiali adottati. Un edificio intelligente e sostenibile, ma al contempo rispettoso della storia del luogo.

Vai al trailer
Arch. Gianfranco Lizzul

Arch. Gianfranco Lizzul

Frequenta la facoltà di Architettura presso lo IUAV di Venezia, laureandosi nel 1984. Dal 1985 al 1987 lavora in qualità di architetto free lance, collaborando con diversi studi per progetti residenziali. In seguito entra a far parte dello studio Chapman Taylor Partners a Londra, trasferendosi in Inghilterra nel 1987. Nel 1993 dopo avere ottenuto la licenza di Architetto RIBA ed essersi registrato all’Albo degli Architetti Britannico, diventa Project Architect (capo progetto) nella sede Chapman Taylor di Londra, occupandosi di progetti in Inghilterra ed Italia. Nel 1996 viene promosso al ruolo di Direttore, divenendo responsabile dello sviluppo dei progetti italiani per lo studio inglese. Dal 2002 si costituisce la società Chapman Taylor Architetti Srl a Milano, dove ricopre il ruolo di Architetto e Amministratore Delegato, dividendosi tra Italia ed Inghilterra.

Arch. Chiara Domenici

Arch. Chiara Domenici

Si laurea nel 1999 in Architettura al Politecnico di Milano e nel 2000 inizia una collaborazione con lo studio parigino di Claude Vasconi Architecte. Dal 2002 al 2004 collabora con Renzo Piano Building Workshop. Dal 2004 al 2005 collabora con Progetto CMR, nel ruolo di Project Manager. Dal 2006 collabora con lo studio milanese Vittorio Grassi Architetto & Partners di cui è stata Design Director dal 2008 al 2012. Nel 2012 si unisce al team di CHAPMAN TAYLOR ARCHITETTI e dal 2015 è Associate Director dello studio di Milano.

Arch. Vittorio Caponetto

Arch. Vittorio Caponetto

Si laurea in architettura a Genova nel 1997, dove segue i corsi di progettazione di Francesco Venezia. Nel 1995 collabora presso lo studio Renzo Piano Building Workshop; nel 1999 collabora presso lo studio Frigerio Design Group; dal 1997 al 2002 collabora presso lo studio di architettura di Nicolò De Mari Casareto Dal Verme. Nel 2002, con Valter Scelsi, fonda Sp10 architetti associati. Nel 2012 lascia Sp10 per intraprendere l’attività professionale in autonomia. Nel 2013 svolge attività di Direzione presso Officina Architetti. Dal 2015 collabora come Project Manager presso Chapman Taylor Architetti, svolgendo attività di Responsabile e Coordinamento progetti (dal preliminare all’esecutivo) e mansioni di Business Development.

Arch. Claudio Lucchin

Arch. Claudio Lucchin

Si laurea all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia nel 1984. Dopo la laurea si occupa di industrial e graphic design e partecipa alla progettazione di alcuni allestimenti teatrali. Nel corso del 1987 apre il proprio studio professionale a Bolzano. Partecipa a vari concorsi di architettura, di cui molti premiati. Nel 1991 vince il concorso internazionale per la progettazione della nuova Fiera di Bolzano e l’appalto concorso per la realizzazione del Palazzo del Ghiaccio sempre a Bolzano. Tra il 2001 e il 2006 è stato impegnato nella progettazione e realizzazione di due Palazzi del Ghiaccio per le Olimpiadi Invernali di Torino del 2006. Nel 2004 con Angelo Rinaldo e Daniela Varnier, fonda “Claudio Lucchin e architetti associati”, che si occupa di progettazione architettonica e urbanistica. Nel 2016 vince il concorso internazionale per l’Headquarter CAP a Milano. A livello urbanistico ha steso il Piano di attuazione per l’area ex Aluminia nella zona industriale di Bolzano ed il Masterplan per l’area di San Pellegrino in val di Fassa (Trento).

Film sulla costruzione di NOI Techpark a Bolzano: a fianco degli edifici razionalisti degli anni 30 ne è stato costruito un terzo.

Vai al trailer

L’edificio progettato per Salewa è sinonimo di architettura iconica e al contempo sostenibile.

Vai al trailer

Il luogo di nascita di Enzo Ferrari a Modena e la visione futuristica di Jan Kaplicky.

Vai al trailer

Un’architettura che diventa simbiosi sia con il paesaggio vitato delle colline del Chianti che con la produzione vitivinicola.

Vai al trailer

Nel film vengono raccontati 4 esempi di abitazioni che hanno aperto le porte durante Open House, creando un dialogo diretto tra progettisti e visitatori.

Vai al teaser

Recuperare l’esistente con azioni di retrofitting è una scelta sostenibile perché permette di risparmiare il territorio e di migliorare le prestazioni ambientali degli edifici.

Vai al teaser

Il fascino di un edificio Milanese degli anni ’60 disegnato dai fratelli Soncini, recuperato senza rinunciare ad uno stile d’avanguardia

Vai al teaser

No films available

indietro

Crea un account

Se non hai già un account clicca il pulsante qui sotto per creare il tuo account.

Crea account

Per ricevere crediti formativi riconosciuti dall'AIA (American Institute of Architects) clicca qui .

Crea un account

indietro