Teaser ArchiTALKS - Alvisi Kirimoto



La lezione si sviluppa a partire dalla biografia dei due fondatori dello studio, Massimo Alvisi e Junko Kirimoto, due percorsi differenti e al contempo complementari. 

Da un lato le esperienze di Junko Kirimoto all’università di Kyoto, a cavallo di arte e architettura, e poi con architetti giapponesi di fama mondiale come Shin Takamatsu e Kazuyo Sejima, fino all’arrivo in Italia e alla collaborazione con Massimiliano Fuksas.

Dall’altro Massimo Alvisi e la sua formazione presso la facoltà di architettura di Firenze, nella collaborazione con Thomas Herzog e Renzo Piano. Con quest’ultimo l’architetto Alvisi lavorerà fianco a fianco per otto anni per importanti cantieri come quello di Potsdamer Platz a Berlino e quello dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Seguiranno poi le collaborazioni con Oscar Niemeyer e Rem Koolhaas.

Personaggi fondamentali che si riscontrano ancora oggi nella produzione e nella ricerca dello studio Alvisi e Kirimoto, dal tema e dall’importanza dei concorsi, dall’idea di “scomporre per parti” di Renzo Piano a quella del concept da utilizzare nel processo progettuale. Una ricerca continua e sempre in evoluzione, quella portata avanti da Alvisi e Kirimoto, dove ad emergere è un atteggiamento di “sintesi della complessità” e una dimensione “sartoriale” applicata ai progetti, dove l’approccio è quasi “sociologico”, costituito da interventi minuti di rammendo come successo per il progetto delle periferie italiane portato avanti dal gruppo di lavoro G124 coordinato da Renzo Piano

Proprio i progetti sono l’aspetto centrale della lezione, muovendo dagli elementi e i passaggi che portano all’idea e alla realizzazione: i modelli, la ricerca e il rapporto con il paesaggio - non solo fisico- e con il cliente, le fasi del progetto, i materiali e il cantiere. Gli aspetti “pratici” e di gestione delle studio sono bilanciati dalle realizzazioni che raccontano una sperimentazione continua attraverso gli spazi e i luoghi, dalla Cantina Podernuovo della famiglia Bulgari, alle esperienze di housing, passando per la realizzazione di spazi immaginifici per uffici come nel caso di Chicago o degli HQ Casillo, fino ai molti e importanti teatri (Corato, Napoli e San Pietroburgo) e agli auditorium (LUISS Roma).

Dalla lezione tenuta dagli architetti Alvisi e Kirimoto ad emergere è la figura dell’architetto come “antenna capace di recepire i cambiamenti”, un professionista che ha l’obiettivo di gestire la complessità, una figura professionale che ha un ruolo civile, con delle responsabilità sia sul territorio che sulla società.

Obiettivi formativi

  • Conoscere l’esperienza formativa e i riferimenti degli architetti Massimo Alvisi e Junko Kirimoto, elementi imprescindibili nella loro pratica professionale, un percorso a cavallo fra diverse culture e discipline dove si scorgono le tracce di figure quali Renzo Piano, Oscar Niemeyer, Shin Takamatsu e Massimiliano Fuksas
  • Scoprire la proposta di ricerca e la pratica architettonica dello studio Alvisi e Kirimoto, un lavoro in cui le diverse fasi del progetto sono fondamentali: dall’ideazione passando per il suo sviluppo, fino al cantiere 
  • Prendere spunto dalla dimensione “sartoriale” proposta dello studio attraverso le numerose realizzazioni e geografie: edifici produttivi, spazi per uffici e per l’abitare, luoghi della cultura e dell’insegnamento
  • Approfondire il ruolo e il contributo dell’architetto nella trasformazione del territorio e all’interno della società

Offerta di 3 film per 3 CFP
18 € + IVA
22.5 € + IVA

Continui a guadagnare crediti con una formazione di alto livello e approfitti della nostro promo di 3 film a 18 euro, ottenendo 3 CFP.

indietro

Crea un account

Se non hai già un account clicca il pulsante qui sotto per creare il tuo account.

Crea account

Per ricevere crediti formativi riconosciuti dall'AIA (American Institute of Architects) clicca qui .

Crea un account

indietro