Marco Ciarlo Associati progetta una dimora solitaria sul mare - ISPLORA
06_cover_dimora_sul_mare

Una dimora sul mare

Progetti

La forza del mare, l’impeto delle onde: solo una roccia può contrastarli. Così, un’architettura monolitica emerge dalla sabbia del lungomare ligure. Il restauro dell’ex edificio “Il Faro”: un volume di pietra che mira l’orizzonte.

Il rudere

D’estate, d’inverno, un vecchio rudere osserva il mare per anni, adagiato sull’arenile di Bergeggi (SV), lungo l’Aurelia ligure. Si tratta de “Il Faro”, un ex complesso alberghiero costituito da due volumi che, fino al 2019, si ergevano sulla sabbia come una rovina romantica che osserva, incessante, l’infrangersi delle onde.



E’ lo studio d’architettura savonese Marco Ciarlo Associati in collaborazione con Studio Daniele a cambiarne l’immagine quando, dallo scorso anno, un nuovo monolite sorge dalle rocce di quella stessa spiaggia. Come tensione verso l’immensità del mare. Come memoria del vecchio rudere.

Il monolite

Un blocco prismatico dai toni sabbiosi, con proporzioni che ripercorrono e reinterpretano le geometrie del rudere preesistente: un nuovo tetto a falde, l’eco dei due vecchi volumi e l’affaccio diretto sull’orizzonte, con aperture che citano fedelmente le bucature della façade della precedente architettura.




Un progetto dalle linee rigide e definite, un edificio che nasce dalla roccia. Un’architettura austera, rigorosa, immobile dinanzi al mare, con il piano terra ad uso pubblico e direttamente connesso alla spiaggia, seppur nascosto tra speroni di pietra incastonati alla sua base. 
Un’elevazione ai piani successivi dedicati all’abitare. Un abitare riservato, quasi racchiuso all’interno di una scultura dalla dimensione monolitica che ospita sei appartamenti di lusso, in un’intima e profonda connessione con il paesaggio, fronteggiando l’immensità color blu mare.





In raccordo al corpo principale, un volume secondario si presenta come un blocco aperto sull’orizzonte, con profondi loggiati risultanti da una fenditura asimmetrica ed una copertura a falda in tensione verso il grande volume cui si appoggia.




Il rigore 

Il rivestimento è omogeneo, uniformando facciata e coperture. L’immagine unitaria è il risultato di un complesso studio materico e cromatico che si misura nella consapevolezza compositiva della scelta e della posa di ogni singola lastra. Uno studio preciso e su misura.



Conci di pietra naturale di vari formati rivestono così l’esterno dell’edificio, entrando talvolta anche all’interno di alcuni ambienti, svelando una profonda ricerca formale attraverso l’uso del materiale. Dove tecnologia, eleganza e perfezione coincidono, creando l’immagine di un’architettura imponente, a tratti severa, sicuramente enigmatica.






CREDITS

Progetto 
Studio Marco Ciarlo Associati 
Marco Ciarlo, Fabrizio Melano, Giampiero Negro 

Studio Daniele 
Carlo Daniele, Lorenzo Daniele 

Direzione lavori 
Carlo Daniele 

Direzione artistica
Marco Ciarlo 

Collaboratori
Angela Magnano, Ramona Blengio, Giorgia Rinaudo, Giovanni Ciarlo, Simona De Miglio, Michele Ciarlo Andrea Rossi 

Strutture
Studio Lerda Giovanni Lerda, Guido Lerda 

Impianti 
Termica Progetti Ravera e Lanza Associati 

Sistemi di facciata 
Dallera Tecnologie 

Impresa esecutrice 
Porta Rossa Spa 

Cronologia 

2016 – 2017 progetto 

2018 – 2019 realizzazione

Dati dimensionali

560 mq totali 

120 mq Sede Parco marino Isola di Bergeggi

440 mq residenza 

Localizzazione 
via Aurelia, Bergeggi 

Fotografie 
Aldo Amoretti


building

La community ISPLORA.com

Per rimanere in contatto con noi ed essere sempre aggiornati su progetti, materiali e design anche sui nostri canali social.

Entra nel mondo ISPLORA

indietro

Crea un account

Se non hai già un account clicca il pulsante qui sotto per creare il tuo account.

Crea account

Per ricevere crediti formativi riconosciuti dall'AIA (American Institute of Architects) clicca qui.

Crea un account

indietro