L'AIA si oppone alla direttiva Trump - ISPLORA
Copertina_AIA_Trump_architettura_federale_isplora

Contro il revival stilistico

Territorio

Non basta un tweet: con una lettera ufficiale, l’AIA si oppone rigidamente alla proposta dell’amministrazione Trump sull’imposizione dell’estetica neoclassica per l’architettura federale. L’AIA non dà, né mai darà, alcuna priorità a nessun tipo di stile architettonico rispetto ad un altro.

Jane Frederick (president dell’American Institute of Architects 2020), FAIA e AIA EVP/Chief Executive Officer Robert Ivy, FAIA, hanno rilasciato la seguente lettera ufficiale all’amministrazione Trump, opponendosi radicalmente all’ordine esecutivo che definisce uno stile uniforme e neoclassico per l’architettura federale.



WASHINGTON - 6 febbraio 2020 - Il presidente dell' American Institute of Architects (AIA) 2020 Jane Frederick, FAIA e (AIA) EVP / Chief Executive Officer Robert Ivy, FAIA, hanno diffuso oggi la seguente lettera al Presidente degli Stati Uniti, opponendosi a un ordine esecutivo che impone uni stile uniforme e predefinito per l'architettura federale.

“L' American Institute of Architects (AIA) sta scrivendo questa lettera per esprimere la sua forte e inequivocabile opposizione al progetto di ordine esecutivo che circola all'interno della vostra amministrazione per imporre uno stile federale di architettura. L'ordine, così com'è ora, imporrebbe uno stile architettonico specifico per i tribunali federali e alcuni altri edifici federali, che sarebbe stato mandato dai burocrati a Washington, DC.

"L'AIA, con i suoi 95.000 membri, lavora per migliorare la qualità della vita della nostra nazione e proteggere la salute, la sicurezza e il benessere del pubblico attraverso la progettazione, come ha fatto per 160 anni. Lavoriamo sempre con le comunità per valutare l'architettura più appropriata per i progetti all'interno di tali comunità. Un mandato adatto a tutti ignora semplicemente l'input necessario delle parti interessate.

“Abbiamo apprezzato l'incontro con il vostro staff (Mr. James Sherk) il 15 gennaio 2020 per discutere alcune delle nostre preoccupazioni e questioni che incidono sulla comunità del design. A quel tempo, comprendevamo che questo progetto di decreto esecutivo non sarebbe andato avanti. Siamo rimasti scioccati e delusi nel sentire che è ancora in circolazione. 

“Come discusso nel nostro incontro di gennaio, l'AIA nutre serie preoccupazioni sulla logica alla base di questo progetto di decreto. Come attualmente scritto, questo ordine designerebbe ufficialmente l'architettura "classica" come lo stile preferito per tutti i tribunali federali statunitensi. Tale restrizione si applicherebbe anche a tutti gli edifici pubblici federali nella regione della Capitale e a tutti gli altri edifici pubblici federali i cui costi superano i 50 milioni di dollari in dollari moderni.

La bozza che abbiamo visto tenta anche di definire "stile architettonico classico" per indicare le caratteristiche architettoniche derivate dall'architettura classica greca e romana con alcune quote di "stile architettonico tradizionale". Dato che il tipo specifico di architettura definito nell'ordine può aumentare il costo di un progetto (fino a tre volte tanto), speriamo che GSA, il Congresso e altri possano mettere in pausa la questione. Poiché questi costi dovrebbero essere sostenuti dai contribuenti statunitensi, questa non è una preoccupazione irrilevante.

Il processo stabilito nell'ordine esecutivo è oneroso e quasi impossibile da soddisfare. Richiede alla GSA di presentare una giustificazione scritta, con 30 giorni di anticipo rispetto a qualsiasi spesa significativa, su come “tale design sia bello e riflettente sulla dignità, sull'impresa, sul vigore e sulla stabilità del sistema americano di autogoverno come progetti alternativi di costi comparabili in uno stile architettonico tradizionale” (insieme a stime dettagliate dei costi sia per l'alternativa proposta che per lo stile tradizionale). Questo processo porterà all'eliminazione quasi certa di stili di progettazione alternativi che riflettono le preferenze locali.

“L'AIA non dà, e mai lo farà, la priorità a nessun tipo di progetto architettonico rispetto a un altro. Ci sono molti esempi di edifici belli e innovativi in ​​tutti gli stili di architettura, compresi gli stili esplicitamente menzionati nel progetto di ordine esecutivo: classicista, brutalista, coloniale spagnolo. 

L' America ha dimostrato di essere in grado in modo univoco di incorporare, modificare e far avanzare le tradizioni architettoniche da una varietà di altre epoche e luoghi.

“Il programma Design Excellence (gestito dall'amministrazione dei servizi generali) stabilisce un approccio neutrale nello stile che si concentra sul processo decisionale incentrato sulla comunità, sulla dimostrata abilità architettonica e sugli input pubblici che devono essere continuati. Per essere chiari, i Principi guida non impongono il gusto, riflettono la relazione del governo con il design. Le modifiche proposte in questo ordine esecutivo rappresentano una regressione in quella relazione. Invece di aumentare l'importanza dell'eccellenza operativa, inclina ulteriormente la scala verso lo stile.

“Le comunità dovrebbero continuare ad avere il diritto e la responsabilità di decidere autonomamente quale progetto architettonico si adatta meglio alle loro esigenze. Il progetto di ordine esecutivo consente ai pannelli pubblici di commentare, ma solo dopo aver selezionato lo stile di progettazione. Questo approccio eliminerà le voci locali da una parte critica del processo di progettazione. A seconda delle esigenze della comunità, comprese le preferenze regionali e la storia della comunità, un approccio diverso alla progettazione potrebbe essere più appropriato.

“Il progetto definisce anche i nominati politici come gli arbitri del gusto architettonico e costituisce un precedente pericoloso per le future Amministrazioni. La Commissione dovrebbe includere una gamma più ampia di soggetti interessati, tra cui il ramo giudiziario, il ramo legislativo, i servizi federali di protezione, le comunità architettoniche e ingegneristiche, l'architetto del Campidoglio e altri gruppi non governativi.

Presidente Trump, questo progetto di decreto è antitetico per dare voce al " popolo "e costituirebbe un precedente estremamente dannoso. Evita i bisogni della società, anche quelli della tua stessa eredità come costruttore e promotore dell'architettura contemporanea. La nostra società dovrebbe celebrare le differenze che si sviluppano attraverso lo spazio e il tempo. L'AIA rimane fermamente contraria a questo ordine esecutivo proposto. Assicurati che questo ordine non sia finalizzato o eseguito.



L'AIA ha emesso un promemoria per i suoi 95.000 membri martedì 4 febbraio incoraggiando i suoi membri a contattare il presidente Trump contrari alla direttiva.

building

La community ISPLORA.com

Per rimanere in contatto con noi ed essere sempre aggiornati su progetti, materiali e design anche sui nostri canali social.

Entra nel mondo ISPLORA

indietro

Crea un account

Se non hai già un account clicca il pulsante qui sotto per creare il tuo account.

Crea account

Per ricevere crediti formativi riconosciuti dall'AIA (American Institute of Architects) clicca qui.

Crea un account

indietro